Viaggio di studio: incontro con le comunità di pesca e acquacoltura della Valle dell’Ebro. Spagna

IMG_0165L’Agenzia Regionale Laore Sardegna, ha organizzato un interessante viaggio di studio per portatori di interesse sardi della pesca e dell’acquacoltura che ha visto coinvolti anche i 2 Gruppi di Azione Costiera sardi. Si è trattato di una “visita guidata presso realtà di eccellenza extra-isolane nel settore dello sviluppo locale delle comunità di pesca e acquacoltura”, organizzato con la collaborazione del Gruppo di Azione Costiera (GAC) della Catalogna (Spagna) n° 15 “Litoral Costa Ebre”.

Tale attività formativa si poneva come obiettivo quello di favorire la crescita professionale degli operatori del settore, con particolare riferimento alla gestione di azioni cooperativistiche, collettive (Cofradias) e di sviluppo locale, in linea con i contenuti dell’Asse 4 del Fondo Europeo della Pesca e della prossima Politica comunitaria del comparto.

L’iniziativa ha rappresentato inoltre un’occasione per offrire alle imprese un’apertura verso una diversificazione della propria attività nonché un’opportunità di confronto e di scambio di esperienze. Il viaggio di studio mirava, altresì, a favorire l’integrazione delle filiere, in un’ottica di miglioramento lungo tutta la filiera, nelle fasi di produzione, trasformazione e commercializzazione per la valorizzazione dei prodotti.

Si è trattato pertanto di un momento di approfondimento delle conoscenze al fine di facilitare un percorso di modernizzazione anche mediante la valorizzazione delle produzioni tradizionali e dell’ambiente naturale di provenienza.

L’attività formativa svolta ha visto la visita di realtà produttive e progettuali finanziate nella Valle dell’Ebro tramite l’Asse 4 del FEP individuate con la collaborazione del GAC locale. Si son visitate le Cofradias della zona ed è stato possibile osservare le modalità di commercializzazione adottate, le attività di produzione, lavorazione e valorizzazione dei molluschi bivalvi, impianti di trasformazione e vendita di prodotti del mare, un impianto di ingrasso del tonno, realtà locali dove sono stati avviati processi di diversificazione e di integrazione con il settore turistico.

Per il GAC Nord Sardegna è stato anche un importante momento di studio e confronto di esperienze con i colleghi del Gruppo di Azione Costiera locale ormai giunto alla conclusione del proprio percorso.