Il FLAG Nord Sardegna sul territorio, incontro con la marineria di Bosa mercoledi 9 novembre

Parte il ciclo di presentazione del Piano di Azione nel territorio FLAG, da ovest a Bosa verso nord e poi ad est sino a San Teodoro.

Prima tappa a Bosa il 9 novembre, dove il FLAG Nord Sardegna in collaborazione con il Comune di Bosa terrà un incontro con la marineria locale, la Capitaneria di Porto di Oristano e l’Agenzia LAORE Sardegna; all’ordine del giorno la presentazione della Strategia di Sviluppo e del Piano di Azione” Acquacoltura e Pesca Sostenibile nel Nord Sardegna”.L'area del Nuovo FLAG Nord Sardegna

Le azioni finanziate intervengono su: diversificazione delle attività nella filiera ittica, rafforzamento delle competenze degli operatori, interventi sulla tracciabilità del pescato, trasformazione e commercializzazione, azioni di ripopolamento nelle aree di pesca, educazione ambientale e alimentare

Il Piano di Azione del FLAG Nord Sardegna, a valere sul Programma Operativo FEAMP 2014-2020, ha una dotazione finanziaria di € 1.500.000,00, oltre a € 77.277,00 per le attività di cooperazione.

Anche altri temi importanti al centro del dibattito dell’incontro di Bosa:

la definizione di un nuovo punto di sbarco al servizio della marineria, la zona di ripopolamento ittico, un’analisi delle criticità della marineria e le opportunità offerte dal Programma Operativo FEAMP 2014-2020 (Fondo Europeo Affari Marittimi e Pesca)

L’incontro si terrà il 9 novembre 2016 a partire dalle ore 18,30 presso la Sala della Biblioteca Comunale di Bosa.

Nell’ambito del percorso di progettazione partecipata CLLD, abbiamo dato voce a diversi testimoni privilegiati e portatori di interesse dell’area FLAG Nord Sardegna, attraverso la realizzazione di brevi interviste sulle tematiche che più ci stanno a cuore: lo sviluppo delle attività dei nostri pescatori e acquacoltori, il ruolo delle comunità locali che ne devono accompagnare il lavoro quotidiano, il mantenimento e diffusione della cultura del mare, delle lagune, il rispetto dell’ambiente, l’adeguamento delle competenze professionali degli operatori.

Intervista a Silvia Tanda, Assessore del Comune di Bosa con delega alla Pesca