Cassa integrazione in deroga per il 2014 al settore pesca, il MIPAF rende noto l’accordo

Trovato l’accordo per la cassa integrazione guadagni in deroga per il settore pesca: sono circa 30 milioni di euro per l’annualità 2014.

Come per gli anni precedenti, le principali Associazioni delle cooperative della pesca hanno chiesto che la procedura venga perfezionata con la sottoscrizione degli accordi presso le autorità marittime, come previsto dall’articolo 4 dell’accordo.

Le organizzazioni che hanno siglato l’accordo sono:

Federpesca, Legapesca, A.G.C.I. Agrital, Confcooperative Federcoopesca, FLAI CGIL, FAI CISL e UILA PESCA.

 

Ecco gli aspetti più importanti contenuti nell’accordo, che rendiamo integralmente disponibile per il download:

  • la CIG è erogata al personale imbarcato, dipendente e socio lavoratore delle imprese di pesca interessate dallo stato di crisi
  • il trattamento è riconosciuto in tutti i casi di crisi di settore, per cui sia necessario sospendere l’attività, per cause non imputabili al datore di lavoro
  • l’accesso alle misure di sostegno potrà avvenire sulla base di specifici accordi, sottoscritti dalle Parti sociali presso le locali autorità marittime
  • le istanze dovranno essere presentate agli Uffici INPS competenti per territorio entro il 26 gennaio 2015
  • all’INPS spetta di fornire al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, entro il mese di marzo 2015, il monitoraggio e la quantificazione della previsione di spesa necessaria per effettuare i pagamenti di competenza 2014
  • le parti hanno concordato di ricorrere al pagamento diretto da parte dell’INPS
  • il MIPAF si riserva, a richiesta delle parti sociali, di attivare un tavolo tecnico relativo alle problematiche del settore, anche in presenza del Ministero del Lavoro e dell’INPS

Documenti per la consultazione

Il testo dell’accordo per la CIG in deroga per il 2014